Ultima modifica:
18-02-2016

Chevron Shale Gas, Romania

Chevron ha chiuso le sue operazioni in Romania nel 2015, a causa della pressione dell'opinione pubblica, ma anche a causa del contesto internazionale (i prezzi bassi del petrolio)


Descrizione:

Chevron ha i diritti di esplorazione per tre blocchi di 670.000 acri vicino al Mar Nero, e ha comprato anche la concessione vicino al Barlad per una cifra non con i piani a gas estratto utilizzando fratturazione idraulica.

In 2 aprile 2012 Chevron Corp. ha sospeso le attività per l'esplorazione e l'estrazione di gas di scisto in seguito alle proteste da parte dei residenti di Vaslui County contro la decisione del governo rumeno per consentire Chevron per l'esplorazione di gas shale commence in una zona di concessione situata vicino alla città di Barlad. L'accordo è stato avvolto nella segretezza. Finora, il governo ha rifiutato di pubblicare i contratti, nonostante i ripetuti appelli da parte degli attivisti dell'opposizione e l'ambiente. In aprile 2013, le proteste contro la concessione è proseguita con circa 500 rally nella città di Barlad al confine orientale con la Moldova, ma il governo ha dato il via libera per l'esplorazione del gas shale per continuare.

Chevron chiuso le sue operazioni in Romania nel 2015. a causa della pressione dell'opinione pubblica, ma anche a causa del contesto internazionale (bassi prezzi del petrolio), l'azienda ha deciso che non è vantaggioso per l'estrazione di gas di scisto in Romania.

Informazioni di base
Nome del conflittoChevron Shale Gas, Romania
NazioneRomania
Città e regioneVaslui County
Localizzazione del conflittoBarlad
Accuratezza della localizzazioneMedia (livello regionale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia (fossile, rinnovabile e giustizia climatica)
Tipo di confitto. Secondo livelloFracking / gas di scisto
RisorseGas naturale
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

In Romania, la Chevron detiene i diritti per l'esplorazione e lo sfruttamento di gas in Barlad e tre aree in contea di Constanta - Vama Veche, Adamclisi e Costinesti - per il quale ha ricevuto la Chevron accordi di concessione nel marzo 2012. Secondo la società, i tre blocchi onshore coprono circa 2.700 km quadrati.

Area del progetto630.000
Tipo di popolazioneUrbana
Data di inizio del conflitto:02/2011
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Chevron from United States of America
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Contadini
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Scienziati / professionisti locali
Gruppi religiosi
Forme di mobilitazione:Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
0
Impatti del progetto
Impatti ambientaliPotenziale: Riscaldamento globale, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Impatti sul sistema idrogeologico, Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Erosione, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica
Impatti sulla salutePotenziale: Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Altre malattie legate alla contaminazione ambientale
Impatti socio-economiciPotenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoPianificato (decisione di procedere assunta, es. approvazione VIA-AIA)
Risultato del conflitto/risposta:Repressione
Rafforzamento della partecipazione
Moratorie
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoAl momento sembra che il governo è completamente sostiene l'esplorazione nonostante le proteste locali. Chevron però ha chiuso le sue operazioni in Romania nel 2015, a causa della pressione dell'opinione pubblica, ma anche a causa delle (bassi prezzi del petrolio) contesto internazionale hanno deciso che non è vantaggioso per l'estrazione di gas di scisto in Romania.
Meta informazioni
Collaboratore:Leah Temper
Ultima modifica18/02/2016
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.

This case form has been translated for your convenience using translation software powered by Google Translate. Therefore, they may contain errors. Any discrepancies or differences created in translating this content from the original version into another language are not binding and have no legal effect. If any questions arise related to the accuracy of the information contained in these translations, please refer to the version of the case in: English