Ultima modifica:
05-11-2019

Estrazione di Gas sul lago di Bomba

Estrazione di Gas presso Bomba (CH): una vittoriosa battaglia ambientale nel territorio abruzzese.


Descrizione:

Il progetto relativo all’estrazione di Gas sul Lago di Bomba prevedeva la realizzazione di un impianto per l'estrazione e il trattamento di un giacimento di gas naturale nel territorio del lago artificiale di Bomba (in provincia di Chieti) da parte della ditta americana FOREST CMI Spa.

Vedi altro
Informazioni di base
Nome del conflittoEstrazione di Gas sul lago di Bomba
NazioneItalia
Stato o provinciaChieti, Abruzzo
Localizzazione del conflittoBomba
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia (fossile, rinnovabile e giustizia climatica)
RisorseGas naturale
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Il Programma Lavori originario consisteva in:

Vedi altro
Area del progetto37 ha
Tipo di popolazioneSemi-urbana
Popolazione impattata:750
Data di inizio del conflitto:15/03/2010
Data di fine del conflitto:26/10/2018
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Snam Spa
Attori governativi rilevanti:Ministero dell'Ambiente;
Regione Abruzzo;
Provincia di Chieti;
Comune di Bomba e comuni limitrofi
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:* Comitato di cittadini "Gestione Partecipata Territorio" di Bomba.
* Legambiente abruzzo.
* WWF Abruzzo.
* Comitato "Nuovo Senso Civico"
Conflitto e mobilizzazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Organizzazioni sociali locali
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilizzazione:Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Impatti del progetto
Impatti ambientaliPotenziale: Perdita di biodiversità, Incendi, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Inondazioni, Inquinamento atmosferico, Contaminazione genetica, Riscaldamento globale, Degradazione paesaggistica, Contaminazione dei suoli, Fuoriuscite di contaminanti, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Altro (specificare sotto)
Altro (specificare sotto)Rischio di frane e di crollo della diga artificiale del Lago di Bomba
Impatti sulla salutePotenziale: Altre malattie legate alla contaminazione ambientale, Incidenti/infortuni
Impatti socio-economiciPotenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Sgomberi/sfollamenti, Aumento della violenza e della criminalità, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoFermato
Risultato del conflitto/risposta:Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Applicazione della legislazione vigente
Cancellazione del progetto
Ritiro dell'impresa/investimento
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:SI
Spiegare brevemente il motivoIl progetto è stato bloccato e respinto grazie ad emblematica sentenza del consiglio di stato che richiama ed applica il principio di precauzione come principio di rispetto della tutela ambientale e della sicurezza dei cittadini. In questo processo il movimento civile di cittadini ha apportato un enorme contributo, probabilmente decisivo. La società civile ha espresso un movimento che è riuscito a coinvolgere diversi livelli della società, creando una maggiore consapevolezza e fiducia di un territorio e nelle sue capacità di autodeterminazione.
Fonti e materiali
Leggi e normative correlate - fonti legislative e testi giuridici

[2] Delibera 764/2017 della Giunta regionale della regione Abruzzo
[click to view]

[4] Sentenza del consiglio di stato 2495/2015
[click to view]

[8] Sentenza TAR sez Pescara accoglie ricorso FOREST
[click to view]

Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

[5] Osservazione allo SIA di Forest SPA da parte del Comitato GPT
[click to view]

[10] Parere n. 2848 della Commissione VIA-VAS del Ministero dell’ambiente
[click to view]

[6] Pareri CCR-VIA (Giudizi)
[click to view]

[3] SIA di Forest S.p.a. per sviluppo "Monte Pallano" (2010) (Sintesi non tecnica)
[click to view]

[1] Geologia ambientale / Bruno Martinis. - Torino : UTET, ©1988

[9] Relazione tecnica del SIA di CMI energia (2016)
[click to view]

Links web ad articoli giornalistici, blogs, ecc.

Maria Rita D'Orsogna, Il fatto quotidiano, Gas naturale: Davide batte Golia. A Bomba (Chieti) 880 anime fermano le trivelle americane, 20 Maggio 2015
[click to view]

Il Centro, Bomba, mobilitazione contro Cmi Energia, 3 Gennaio 2018
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

[7] Servizio rete locale su assemblea pubblica a Bomba
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Valerio Di Biase (volontario A SUD) in collaborazione con il Comitato per la Gestione Partecipata del Territorio
Ultima modifica05/11/2019
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.