Ultima modifica:
19-11-2015

Progetto Luhri Hydro sul fiume Sutlej, HP, India

Dopo le proteste degli abitanti locali, ADB e le compagnie devono cambiare il regime della diga. “La riduzione della capacità non è una soluzione. Il progetto deve essere demolito ”: gli abitanti dei villaggi locali si sono incontrati con investitori e funzionari e hanno preparato la Banca mondiale



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Il progetto Hydroelectric Luhri è previsto tra i villaggi di Nathan e Chaba (a circa 80 km da Shimla (HP). Himachal Pradesh. Sarebbe stato un impianto da corsa, con il tunnel più lungo del mondo per l'acqua Diversion (38,14 km), aggirando gli ultimi 50 km tratto del fiume Sutlej fluente, oltre a immergere 6,8 km del percorso del fiume nel bacino idrico. Tuttavia, dopo una grave opposizione degli ultimi cinque anni dalle comunità locali e dai gruppi ambientali I sostenitori del progetto sono ora in procinto di riprogettare il progetto eliminando il componente del tunnel.

Il sito era stato identificato dallo stato di Himachal Pradesh e dal governo centrale Adatto per lo sviluppo del potenziale idroelettrico dello stato, noto come "idrostato dell'India".

Questo tratto del potente fiume Sutlej è l'ultimo è ancora fluido, in un bacino del fiume altrimenti sopravvalutato. Il bacino di Sutlej ha Visto forse la massima concentrazione di progetti di energia idroelettrica per paraurti a paraurti, più di qualsiasi altro bacino in India, aiutato anche dai finanziamenti della Banca mondiale al progetto Rampur da 412 MW (vedere il foglio Ejolt sulla mappa) e il progetto Nathpa Jakhri da 1500 MW, entrambi sviluppati da La stessa società SJVN Limited.

residenti di almeno 78 villaggi di distretti di Kullu, Mandi e Shimla per essere colpiti dal progetto Luhri e dal suo progetto precedente che coinvolge i 38 km -La tunnel che avrebbe deviato l'acqua dal fiume e lasciare asciugare almeno 50 km del fiume. Avevano agitato contro il progetto fin dall'inizio. Anche la Banca mondiale avrebbe finanziato il progetto, ma l'anno scorso (2014) ha ritirato il suo sostegno. Questa decisione ha seguito un'ispezione effettuata dal team dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) che ha visitato l'India a novembre-dicembre dello scorso anno e ha interagito con tutte le parti interessate tra cui lo sviluppatore del progetto SJVN Ltd, la Banca mondiale, ha influenzato le persone dai villaggi circostanti e riguardavano organizzazioni non governative come il collettivo Himdhara in Himachal Pradesh e Sandrp a Delhi. Le ONG locali sostengono inoltre che la valutazione dell'impatto ambientale (VIA) del progetto, condotta dal Center for Interdisciplinary Studies of Mountain & Hill Environment, è stata imperfetta e l'udienza pubblica è stata più una farsa. Mentre l'autorizzazione ambientale del progetto era stata contestata nel National Green Tribunal, le organizzazioni non profit locali hanno fatto appello al governo per eliminare il progetto.

In una mossa per placare il placare il Gli ambientalisti e il Ministero dell'Ambiente SJVNL hanno ridotto la capacità del progetto da 775 MW a 612 MW, nel 2013. “La riduzione della capacità non è una soluzione. Il progetto deve essere demolito ", hanno affermato i rappresentanti del fronte. Il proponente del progetto il 27 luglio 2015 ha presentato una domanda al Ministero dell'ambiente e delle foreste per l'emissione di nuovi termini di riferimento per il progetto Luhri la cui capacità è stata ora ridotta a 219 MW. Nel design rivisto, SJVN prevede di costruire tre progetti basati sul serbatoio invece di un grande progetto con il componente tunnel. La fase I coinvolge una diga alta 86 m da costruire nel villaggio di Nirath. Nel nuovo design c'è anche una riduzione nell'area terrestre richiesta per il progetto a meno della metà di quanto richiesto prima. Si propone di essere un progetto di diga da 43 MW a Kepu e la terza fase di 330 MW a Khaira.

gruppi ambientali e attivisti continuano tuttavia a essere scettici. "Il bacino di Sutlej ha visto forse la più alta concentrazione di progetti idroelettrici per paraurti a paraurti, più di qualsiasi altro bacino in India. Con tre dighe di serbatoi di oltre 80 m, a monte del Bhakra e Kol, in definitiva, il fiume è ostruito e Massicce attività di costruzione intrapresa sul Satluj. L'ecologia fluviale e la migrazione dei pesci sono destinate a essere disturbate. Gli impatti cumulativi devono essere presi in considerazione perché questo è ora l'unico tratto di satluj a flusso libero "[4]. Secondo molti esperti in India, il disastro di inondazioni di Uttarakhand del giugno 2013 ha chiaramente dimostrato come la vulnerabilità della regione collinare sia aumentata a causa dello sviluppo di progetti idroelettrici. Ha inoltre reso più urgente, la necessità di una revisione completa degli schemi di gestione dell'energia e delle risorse idriche nella regione, nonché il miglioramento delle valutazioni dell'impatto ambientale, comprese le valutazioni cumulative di impatto che devono tenere conto delle affermazioni, degli avvertimenti e delle volontà della popolazione locale.

Informazioni di base
Nome del conflittoProgetto Luhri Hydro sul fiume Sutlej, HP, India
NazioneIndia
Città e regioneHimachal Pradesh
Localizzazione del conflittoArea di Village Nathan e Village Chaba (a circa 80 km da Shimla).
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloGestione dell'acqua
Tipo di confitto. Secondo livelloDeforestazione
Accaparramento di terre (land grabbing)
Bacini idrici/acque transfrontaliere
Idroelettrico e conflitti legati alla distribuzione dell'acqua
RisorseTerra
Elettricità
Acqua
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

La pianta era prevista per generare 775 MW

Vedi altro
Livello degli investimenti:Inizialmente, US $ 1150,00 milioni, di cui 650,00 milioni di dollari da WB. Ora il design è ristrutturato, quindi anche il budget.
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:78 villaggi
Data di inizio del conflitto:2010
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Satluj Jal Vidyut Nigam Limited (SJVN) from India
Attori governativi rilevanti:National Green Tribunal Himachal Pradesh State
Istituzioni internazionali o finanziarieThe World Bank (WB) from United States of America
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Sutlej Bachao Jan Sangharsh Samiti è il principale movimento sociale locale che lavora contro questo progetto. Molti altri ejo sono stati supportati e attivamente coinvolti; I seguenti hanno approvato, insieme a molti altri individui e gruppi, una lettera al Ministro dell'Ambiente e delle Foreste dell'Unione Smt Jayanthi Natarajan, MOEF secreta e membri del Comitato per la valutazione degli esperti sui progetti della valle del fiume, esortandoli a respingere il gioco dell'ambiente : Kalpavriksh, Sandrp, Narmada Bachao Andolan, Kerala Sasthra Sahitya Parishad, Bharat Jan Andolan, National Alliance of People's Movingments, All India Forum of Forest People, People's Science Institute, Save Rivers Campaign Organizzazione del bacino, Unione popolare dei diritti democratici, Partito socialista, Bharat Jan Vigyan Jatha, Nature Conservation Foundation e Atree. Altri hanno sostenuto la causa e la mobilitazione in diverse forme e tempi, come l'Himalaya Niti Abhiyan e Himdhara.
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Movimenti sociali
Organizzazioni/comitati di donne
Forme di mobilitazione:Lavoro di rete/azioni collettive
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliPotenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Inondazioni, Erosione, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica
Altro (specificare sotto)Tutti gli impatti sono stati raccolti come potenziale perché il progetto non è stato completato.
Impatti socio-economiciPotenziale: Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo, Sgomberi/sfollamenti
Risultati
Status attuale del progettoPianificato (decisione di procedere assunta, es. approvazione VIA-AIA)
Risultato del conflitto/risposta:Giudizio in attesa di sentenza
Rafforzamento della partecipazione
Soluzione tecniche per migliorare erogazione/qualità/distribuzione delle risorse
Negoziazione in corso
Nuove valutazioni d'impatto ambientali e altri studi
Ritiro dell'impresa/investimento
Temporanea sospensione del progetto
Sviluppo di proposte alternative:Himachal Pradesh non dovrebbe diventare la fonte di elettricità delle grandi regioni dell'India. Lo sviluppo locale delle strutture e le fonti alternative di reddito e occupazione dovrebbero diventare priorità politiche del governo.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:SI
Spiegare brevemente il motivoIl caso riportato è sicuramente un caso di giustizia ambientale di successo per due motivi principali: in primo luogo, i gruppi locali che si oppongono al piano hanno difeso i loro argomenti di fronte alle autorità della Banca mondiale e hanno portato al ritiro dei fondi WB. In secondo luogo, a luglio 2015 il proponente del progetto ha completamente cambiato il design per il progetto e ha lasciato cadere i 38 km. Componente a tunnel lungo. Ora stanno facendo domanda per un nuovo autorizzazione ambientale per il nuovo progetto. Tuttavia, il progetto non è stato demolito dal governo e non è stato previsto alcun cambiamento nelle politiche idroelettriche. I gruppi ambientalisti richiedono ora che l'ultimo tratto del fiume Sultej a flusso libero non sia lasciato intatto.
Fonti e materiali
Leggi e normative correlate - fonti legislative e testi giuridici

2006 Rural Electrification Policy

2005 National Water Policy

2003 Electricity Act

Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

[1]Mountains of Concrete, S. Dharmadhikary
[click to view]

[2] Power Sector Restructuring: The Often Ignored Aspect of Water Sector Reforms, Shripad Dharmadhikary, Manthan Adhyayan Kendra
[click to view]

Corporatizing Water, Sh. Varghese
[click to view]

Himdhara, "A River under Arrest"
[click to view]

[3] The World Bank drops funding USD 650 m for the LUHRI Hydro project! Victory for the Sutlej Bachao Jan Sangharsh Samiti, SADRP
[click to view]

[4] Report of Expert Committee on Uttarakhand Flood Disaster & Role of HEPs: Welcome recommendations, SADRP
[click to view]

Himdhara collective blog, map of Sutlej river basin
[click to view]

Letter to authorities requesting to Reject Environment Clearance
[click to view]

Down to Earth
[click to view]

World Bank PROJECT INFORMATION DOCUMENT (PID)
[click to view]

World Bank data
[click to view]

Milestones in the water sector, by Himanshu Thakkar (SANDRP)
[click to view]

SANDRP blog on WB dropping funds for the Luhri Hydro Project
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Himdhara Environment Research and Action Collective, Himachal Pradesh, India (www.himdhara.org) and Daniela Del Bene, ICTA - UAB ( d.delbene_at_gmail.com)
Ultima modifica19/11/2015
ID del conflitto:1210
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.