Ultima modifica:
24-02-2015

Preda il movimento forestale di Lang contro la deforestazione, l'estrazione e le industrie agro-industrie, la Cambogia


Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

"Prey Lang", che significa "la nostra foresta" nella lingua indigena locale, si riferisce a una delle più grandi foreste primordiali non solo in Cambogia ma in tutta la penisola indocinese.

La foresta, sede di credenze spirituali, ricca biodiversità e significativi servizi ecosistemici rilevanti per gli abitanti locali e la Cambogia come paese, è stata per due decenni sotto molteplici minacce di deforestazione e contaminazione dovuta a disboscamento legale e illegale, industrie agro-industrie e agro-industrie e agro-industrie e agro-industrie e le industrie agro-industrie e Attività di estrazione. Nel tentativo di proteggere la foresta, la Prey Lang Community Network (PLCN) è stata istituita da comunità locali che sono state fortemente colpite da questi sviluppi industriali e che hanno mobilitato con successo per contrastarli (1).

0 La foresta, che copre un'area di circa 360.000 ha (100.000 ha foreste primordiali incontaminate), è abitata da circa 200.000 locali da 339 villaggi, principalmente minoranza etnica di Kuy. Il Kuy e altri 500.000 locali che vivono nelle aree circostanti dipendono pesantemente dalla foresta toccando gli alberi di resina e raccogliendo prodotti non lettini (NTFP) come vino e rattan. Molte delle loro credenze spirituali sono associate all'area, agli alberi e agli animali. Circa 50 specie in via di estinzione vivono nella foresta e servizi ecosistemici cruciali sono forniti alla gente del posto e alla Cambogia intera. È uno spartiacque importante, che regola il flusso d'acqua e l'idrologia delle grandi aree circostanti, tra cui la linfa tonale, ed è anche un significativo "a legno", con i più alti tassi di sequestro del carbonio nella regione (1). Oltre ai suoi servizi socio-economici (2), ha un'enorme ricchezza biologica e culturale, rendendo impossibile "dare un valore alla foresta-è equivalente alla vita stessa" (donne locali in un'intervista, vedi video).

Già negli anni '90, la registrazione pesante si è verificata in base alle concessioni ufficiali. Dopo la pressione dei donatori internazionali e dei gruppi ambientali locali dal 2000, nel 2002 è stata raggiunta una moratoria di disboscamento a livello nazionale. Le dighe idroelettriche erano altri progetti target e, inoltre, il governo ha concesso diverse concessioni di terreni economici (ELC) alle società di gomma e di manifestazione di manioca. 40.000 elandesi si trovavano nell'area forestale incontaminata centrale (1; 3). Tutto ciò ha portato a drastici aumenti della deforestazione; (illegale) registrazione del legname e di circa 250.000 alberi in resina; Contaminazione del suolo e dell'acqua dovuta all'uso di cianuro per l'estrazione dell'oro; aumento della frammentazione dell'habitat, a causa di nuove strade; taglio dei modi di accesso per la gente del posto a causa della demarcazione dei terreni di concessione; Criminalizzazione dei manifestanti e una perdita generale di risorse di sostentamento per i locali. Nonostante i requisiti legali, le valutazioni dell'impatto ambientale non sono state condotte (1; 4).

Nel 2007, dopo anni di campagne da parte di gruppi locali, il PLCN è stato istituito, formato principalmente da comunità locali e indigeni kuy. Chut Wutty Un attivista forestale ha sparato nel 2012 le montagne del Cardamom che indagano sul disboscamento illegale, erano fortemente coinvolti nel PLCN. Gli atti di resistenza includevano azioni sul terreno, come la combustione del legname illegale; pattuglie forestali; cuscinetto di materiali di lavoro; mappatura della registrazione illegale; Sondaggi sulla biodiversità e così via. Comprendeva anche lobbying in Phnom Penh con proposte di sviluppo alternativo, nonché mobilitazioni per ricevere attenzione internazionale, come attraverso "occupare" la foresta; petizioni; e marce di protesta sostenute da gruppi buddisti o abitanti del villaggio vestiti da "avatar" di preda lang. Dal 2009, il PLCN e Wutty hanno presentato una petizione per trasformare 763.100ha di area forestale in area protetta, in base alla gestione della comunità. Nel 2011 è stato emesso un sotto-decree per proteggere un'area più piccola, che è stata un passo avanti positivo; Sebbene le comunità temano che non siano coinvolte nella gestione, producendo esclusioni e ulteriori disboscamento illegale. La cancellazione formale di 40.000 ha di ELCS nel 2012 è stata una "rara vittoria" (3), ma anche qui, il governo non ha ancora imposto alle aziende di fermare pienamente le loro operazioni (1; 3; 4).

Informazioni di base
Nome del conflittoPreda il movimento forestale di Lang contro la deforestazione, l'estrazione e le industrie agro-industrie, la Cambogia
NazioneCambogia
Città e regioneKampong Thom, Preah Vihear, Kampong Cham, Kratie e Hung Treng Provinces
Accuratezza della localizzazioneMedia (livello regionale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloBiomassa e conflitti legati alla terra (gestione delle foreste, dell'agricoltura, della pesca e degli allevamenti)
Tipo di confitto. Secondo livelloPiantagioni
Agro-fuel e centrali a biomasse/biogas
Esplorazione ed estrazione di minerali
Sfruttamento forestale
Deforestazione
Scarti / rifiuti da attività minerarie
Accaparramento di terre (land grabbing)
RisorseGomma
Terra
Legname
Oro
Minerali ferrosi
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

L'area totale delle prede, composta da foreste di terreni basse sempreverdi, copre circa 360.000 ettari. L'area centrale, caratterizzata da foreste primordiali, monta fino a 100.000 ha. (1)

Vedi altro
Area del progetto360.000 (area forestale)
Livello degli investimenti:sconosciuto
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:200.000 - 700.000 (dal nucleo alle aree circostanti)
Data di inizio del conflitto:01/01/2000
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Aphiwat Kaosou (II) Co Ltd.
Vietnam Rubber Group (VGR) from Vietnam
Aphiwat Kaosou Co Ltd. from Cambodia - rubber, logging
Aphiwat Kaosou (I) Co Ltd. from Cambodia - rubber, logging
PVP International Trading from Cambodia - rubber, logging
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Prey Lang Communit Network (PLCN)- www.preylang.com Natural Resource Protection Group (NRPG)
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Minatori
Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Movimenti sociali
Gruppi etnici/razziali discriminati
Scienziati / professionisti locali
Gruppi religiosi
Pescatori
Forme di mobilitazione:Azioni artistico-creative (es. teatro guerilla, murales)
Blocchi stradali o picchetti
Ricerca partecipativa (es. epidemiologia popolare)
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Sviluppo di proposte alternative
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Occupazione di terre
Media-attivismo
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Danni a proprietà/incendi dolosi
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Perdita di biodiversità, Degradazione paesaggistica, Contaminazione dei suoli, Erosione, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Potenziale: Inquinamento atmosferico, Inondazioni, Riscaldamento globale, Inquinamento acustico
Impatti sulla saluteVisibile: Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Aumento della violenza e della criminalità, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Cambiamenti istituzionali
Delimitazione territoriale
Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Migrazioni/sfollamenti
Negoziazione di soluzione alternative
Nuove legislazione/norme
Rafforzamento della partecipazione
Negoziazione in corso
Attacchi violenti ad attivisti
Promozione della cultura della pace
Applicazione della legislazione vigente
Moratorie
Cancellazione del progetto
Sviluppo di proposte alternative:Oltre a presentare una petizione con successo al governo per annullare gli ELC situati nell'area centrale, la principale alternativa avanzata dal PLCN era quella di stabilire un'area protetta, coprendo 763.100ha, in base alla gestione della comunità. Il governo ha proceduto all'emissione di un sotto-decree per l'istituzione e l'area di 615.306 ha, che è stata successivamente ridotta del 20%. La comunità teme di non essere sufficientemente coinvolta nella gestione e nel processo decisionale, nonché un aumento dei logger illegali, se non gli sarà permesso di fare le proprie pattuglie.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:SI
Spiegare brevemente il motivoOltre alle battaglie in corso tra le comunità, le società e il governo, nonché le operazioni in corso di altri concessionari, la rete di prede Lang può essere considerata un successo di giustizia ambientale. Già nel 2002 sono stati tra i vari gruppi a fare pressione sul governo a stabilire una moratoria di disboscamento. Potevano raggiungere che 4 concessioni di gomma pari a 40.000 ha nell'area primordiale di base venivano cancellate. Inoltre, la loro proposta di istituire aree protette di conservazione della foresta e della fauna selvatica è stata assorbita dal governo, sebbene non sia ancora sicuro in che modo procederà la governance dell'area. Tuttavia, preda il movimento Lang, che ha ricevuto un crescente sostegno da parte degli attori locali a internazionali, continua a combattere per la loro foresta.
Fonti e materiali
Leggi e normative correlate - fonti legislative e testi giuridici

Sub-Decree on Establishment Of “Prey Lang” Forestry Protected And Biodiversity Conservation Area
[click to view]

Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

(4) Pangsapa P. 2015. Environmental justice and civil society – Case studies from Southeast Asia. In Harris and Lang (Eds) Routlege Handbook of Environment and Society in Asia. Routledge, Oxon.
[click to view]

(2) USAID 2011 Rapid socio-economic and hydrologic assessment of Prey Lang forest
[click to view]

(6) Global Witness 2013 Rubber Barons (report)
[click to view]

(1) Website of the Prey Lang Community Network
[click to view]

Prey Lang on Wikipedia
[click to view]

(5) Phnom Penh Post article on companies active in Prey Lang Forest area
[click to view]

(3) Phnom Penh Post article on the suspension of ELC concession in Prey Lang
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Video on the Prey Lang forest (apart from a too optimistic part on REDD+ as solution, which will not stop illegal logging, this video gives a good rapid overview).
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:A. Scheidel (ICTA-UAB) / arnim.scheidel "at" gmail.com
Ultima modifica24/02/2015
ID del conflitto:1768
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.