Ultima modifica:
24-03-2019

Sariska Tiger Reserver e piano di delocalizzazione contenzioso, Rajasthan, India

Le comunità pastorali di Sariska stanno lottando contro il 'piano di delocalizzazione volontaria' lanciata dal governo per salvare la tigre. Le comunità chiedono il riconoscimento dei diritti legge forestale e migliori misure di compensazione.


Descrizione:

Nel 2005 il Sariska Tiger Reserve è stata dichiarata con 'Non ci sono tigri' che era raccapricciante notizia del fallimento del progetto di tigre, dopo la spesa di un enorme erario durante 50 anni di sforzi di conservazione; le autorità danno la colpa sulle comunità tradizionali della foresta-dimora, inquadrandoli come aiutanti e collaboratori di bracconieri. La comunità è dominato dai Gujjars (circa. 86%), e di altre comunità includono Meena (7,6%), Meo (3,2%), Bawaria (1,7%) e altri [1]. $% La 'ricollocazione volontaria' era davvero dichiarato illegale, come portato avanti senza il 'previo consenso informato' del Gram Sabha, che rappresenta una condizione necessaria per il trasferimento a essere legale. Per la prima fase di trasferimento sono stati identificati numerosi 11 villaggi, vis. Kankwari, Haripura, Bhagani, Dabali, Deori, Kraska, Kundalka, Raikamala, Sukola, Umari e Lilunda. Il villaggio prima completamente trasferito era Bhagani cui tutte le 21 famiglie sono stati trasferiti nella nuova sede presso Bardod Roondh nel 2008. Village Umri è stato spostato a Majupur Reserved Forest nel 2011 e villaggio Rotkyala è stata spostata nel 2012-13. Trasferimento di Kankwari, Devri, Dabli, Sukola, Kraska e Haripura è in corso. Come da una domanda LOKH Sabha 3405 alla data 2019/12/07 un certo numero di 650 famiglie sono stati trasferiti dalla zona centrale. $% $% Così come perché non considerano la loro presenza nella foresta come nocive per l'ambiente ; al contrario, gli abitanti del villaggio pensano che i loro impedisce presenza attività illegali come il bracconaggio o di taglio del legno da parte di estranei [9]. $% $% forestali Rights Act 2006 è stato imposto. E 'stato chiesto che il governo statale deve risarcire gli abitanti del villaggio se il loro raccolto è danneggiato da animali selvatici [8,9]. Inoltre, gli abitanti del villaggio anche sostenuto che il dipartimento forestale è responsabile di violenze e molte atrocità e che i casi criminali falsi sono stati registrati sulla gente del posto che causano gravi danni ai giovani coinvolti. “Vorremmo intensificare la nostra protesta se le nostre richieste non saranno soddisfatte. Il dipartimento forestale è torturando gli abitanti dei villaggi e la registrazione di falsi casi contro di loro, di conseguenza, sarà rovinato il futuro di molti giovani”ha commentato Bhoopat Singh, uno dei manifestanti [7]. $% $% & $% &

Informazioni di base
Nome del conflitto Sariska Tiger Reserver e piano di delocalizzazione contenzioso, Rajasthan, India
NazioneIndia
Città e regioneRajasthan
Localizzazione del conflittoAlwar
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloConflitti legati alla conservazione della biodiversità
Tipo di confitto. Secondo livelloCreazione/conservazione di riserve/parchi naturali
RisorseTerra
Risorse biologiche
Servizi ecosistemici
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Il Sariska Tiger Reserve è situata nel distretto Alwar di stato del Rajasthan in India. Dopo l'indipendenza il 456 quadrati. Chilometro. della superficie forestale in Sariska è stato dichiarato come Riserva il 7 novembre 1955 ai sensi della legge Rajasthan selvatici animali ed uccelli di protezione, 1951. A quel tempo nessun insediamento umano è stato spostato dalla zona. In seguito lo stato dell'area aggiornato a Wildlife Sanctuary il 18 settembre 1958 con la sezione 5 della legge selvaggio animali ed uccelli di protezione, 1951. Lo status di WLS è stato ancora una volta ratificata ai sensi della sezione 66 (4) della fauna selvatica (Protection) Act, 1972. Nel 1978 la foresta Sariska è stato notificato come 11 ° di riserva della tigre in India che comprende un nucleo di 866 quadrati. chilometro dichiarato sotto la fauna selvatica (Protection) Act, 1972, 2006 emendamento. Da allora in poi il 27 Agosto 1982 400,14 mq. Km area della riserva è stato notificato come parco nazionale ai sensi dell'articolo 35 della fauna selvatica (Protection) Act 1972.

Vedi altro
Area del progetto121.334
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:3.000
Data di inizio del conflitto:01/01/2008
Attori governativi rilevanti:Tiger Conservation Authority nazionale (NTCA)
Foresta Dipartimento Rajasthan
Istituzioni internazionali o finanziarieWorld Wildlife Fund (WWF) from Switzerland
International Finance Corporation (of World Bank) (IFC)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:KRAPAVIS (Krishi AVAM Paristhitiki Vikas Sansthan)
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Contadini senza terra
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Pastori
Movimenti sociali
Gujjar, Meenas gruppi tradizionali
Forme di mobilitazione:Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Occupazione di terre
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Rifiuto di risarcimento/compensazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole
Potenziale: Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Perdita di biodiversità
Impatti sulla salutePotenziale: Malnutrizione
Impatti socio-economiciVisibile: Aumento della violenza e della criminalità, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Altro (specificare)
Potenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Specifici impatti sulle donne, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Delimitazione territoriale
Migrazioni/sfollamenti
Repressione
Rafforzamento della partecipazione
Sviluppo di proposte alternative:La gente del posto chiedono il riconoscimento della Legge di diritti Forest (FRA), e il riconoscimento della convivenza all'interno dell'area Reserved Forest, invece di un pacchetto di delocalizzazione come misura per proteggere l'ambiente.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoLa gente continua a sentire la pressione di delocalizzazione. Le loro richieste per una migliore compensazione non sono state ancora sentito, e la protesta continuerà a sorgere fro il Tiger Reserve.
Meta informazioni
Collaboratore:Eleonora Fanari, ICTA (UAB)
Ultima modifica24/03/2019
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.