Please zoom in or out and select the base layer according to your preference to make the map ready for printing, then press the Print button above.

Sfratto forzato dal parco nazionale di Nagarhole, Karnataka, India


Descrizione:

Il Parco Nazionale Nagarhole, noto anche come Parco Nazionale del Rajiv Gandhi, è stato originariamente costituito come un santuario del gioco nel 1955, e in seguito ha dichiarato un parco nazionale nel 1983. Nel 2007, l'intero parco nazionale di Nagarhole è stato dichiarato come habitat di tigre critico (CTH) , per una superficie totale di 1515.59 mq. km. Secondo il rapporto Mee 2014 nella CTH ci sono circa 33 insediamenti tribali e 96 insediamenti nella periferia. Ci sono 3 gruppi tribali importanti che risiedono sotto i limiti del parco, il gruppo PVTG di Jenukurubas e Bettakurubaa, Yerawas, Soligas, e la sottodiresta di Yerawas Iethe Panjeri Yeravas e Pani-Yeravas. $% $% $% A NOVITÀ Round of Trailloction è iniziato dal 1999/2000, subito dopo che il parco è stato dichiarato una riserva di tigre. Da quegli anni fino al 2010, un certo numero di circa 487 famiglie tribali erano "volontariamente" spostati dal parco [2]. Inizialmente, 280 famiglie sono state trasferite a Nagapura e Sollepura tra il 2000 e il 2007, per un risarcimento di 1 lakh rupie e 5 acri di terra [2]. $% $% $% $% $% $% $% Attenzione dello stato Il governo verso le loro richieste in sospeso, Adivasi del distretto di Mysuru è entrato in un Dharna indefinito nella foresta di Kakanakote di HD Kote Taluk. Come parte delle loro richieste, i tribali agitanti hanno chiesto 12 borghi di essere dichiarati come villaggi di entrate; Dare migliori strutture per l'istruzione per i bambini tribali e rilasciare finanziamenti per organizzare il gruppo di auto-aiuto (SHG) per le donne [8]. In totale ci sono 35 villaggi che provengono da Kakanakote a H D Kote. I 12 villaggi non sono mai stati dichiarati come villaggi di entrate. $% E $% &

Informazioni di base

Nome del conflittoSfratto forzato dal parco nazionale di Nagarhole, Karnataka, India
NazioneIndia
Città e regioneKarnataka.
Localizzazione del conflittoMysore e Kodhaku.
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)

Causa del conflitto:

Tipo di conflitto. Primo livelloConflitti legati alla conservazione della biodiversità
Tipo di confitto. Secondo livelloCreazione/conservazione di riserve/parchi naturali
RisorseTerra
Risorse biologiche
Servizi turistici
Legname
Eucalipto

Dettagli del progetto e attori coinvolti

Dettagli del progetto

Il Parco Nazionale Nagarhole, noto anche come Parco Nazionale del Rajiv Gandhi, è situato tra i due distretti: Mysore - HT Cote e Hunssur Taluk - e Kodagu - Virajpeet Taluk-, nello stato del Karnataka. Era originariamente costituito in un santuario di gioco nell'anno 1955 che copre un'area di 130 mq, e successivamente è stata estesa su un'area di 643 kmq nel 1983, al fine di includere le aree adiacenti del distretto di Mysore e quindi è stata dichiarata come un parco nazionale. A quel tempo il nucleo era di circa 192 kmq e il buffer era di 451.39 kmq da cui 110 kmq sono stati demarcati come zona turistica.

Il Parco Nazionale comprende 7 gamme, I.e. D.b. Kuppe, Antharasante, Veeranahosalli, Kalahaolla, Nagarhole, Metikuppe e Achanekowr. Questo parco è stato dichiarato il 37 ° Project Tiger Reserve nel 1999, ed è parte della Riserva della Biosfera Nilgiri. Il sotto-cluster occidentale dei Ghats Nilgiri di 6.000 km2 (2.300 mq), incluso il Parco Nazionale di Nagarhole, è considerato in considerazione dal comitato patrimonio mondiale dell'UNESCO per la selezione come sito del patrimonio mondiale.

Nel 2007, l'intero Parco Nazionale di Nagarhole è stato dichiarato come habitat di tigre critico, adiacente al Parco Nazionale del Bandipur, che includeva una superficie totale di 1515.59 kmq. È stato inoltre dichiarato un buffer e un'area di frangia del parco, estendendo l'intero parco a 1205,76 mq., Con un nucleo di 643.35 kmq e un buffer di 562.41 mq. Km.

Area del progetto120.500.
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:23.000.
Data di inizio del conflitto:01/01/1984
Attori governativi rilevanti:Dipartimento della foresta di Karnataka.
Autorità nazionale di conservazione della tigre (NTCA)
Istituzioni internazionali o finanziarieThe World Bank (ESCAMP ,WB) from United States of America
Wildlife Conservation Society (WCS) from United States of America
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Organizzazione di Coorg per lo sviluppo rurale (cavo), https://www.siemenpuu.org/en/node/121.
Bubakattu krishekara sangha (BKS).
Nisarga Foundation.

Conflitto e mobilitazione

Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Organizzazioni sociali locali
Movimenti sociali
Gruppi etnici/razziali discriminati
Jenu Kuruba; Yerawa.
Forme di mobilitazione:Blocchi stradali o picchetti
Lavoro di rete/azioni collettive
Azioni legali/giudiziarie
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Occupazioni di spazi pubblici e edifici
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Rifiuto di risarcimento/compensazioni

Impatti del progetto

Impatti ambientaliVisibile: Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole
Potenziale: Perdita di biodiversità
Impatti sulla saluteVisibile: Malnutrizione
Potenziale: Problemi di salute pubblica connessi ad alcolismo, prostituzione ecc.
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Potenziale: Aumento della violenza e della criminalità, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Specifici impatti sulle donne, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture

Risultati

Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Compensazioni
Criminalizzazione degli attivisti
Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Migrazioni/sfollamenti
Rafforzamento della partecipazione
Attacchi violenti ad attivisti
Sviluppo di proposte alternative:I tribali che vivono nella zona stanno combattendo per il riconoscimento della legge sui diritti della foresta per garantire la gestione delle risorse naturali nelle loro aree forestali. Stanno anche affermando i loro diritti e sviluppano piantagioni di caffè e altre piantagioni nella loro area per il proprio sviluppo.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoIl serraggio di un movimento molto forte è il risultato di una perdita di speranza dai tribali, che infine ha deciso di lasciare la loro terra e ottenere il pacchetto di compensazione offerto. Tuttavia molti stanno ancora resistendo all'interno dell'area protetta dalla foresta.

Fonti e materiali

Altri commenti:Siamo grati per le informazioni condivise da Vijay Singh Ronald David di Coorg Organization per lo sviluppo rurale (cordone) e Nanjundaiah della Fondazione Nisarga.

Meta informazioni

Ultima modifica18/01/2019

Images

 

Nagarhole National Park

Banner at the entry of Nagarhole National Park. Credit: Eleonora Fanari

Articles on struggle and resistance

Subramani, a leader of the Bubakattu Krishekara Sangha (BKS), relocated in Hebala site, shows a book with all the articles about their struggle in the 80' and '90. Credit: Eleonora Fanari.

Nagapura II relocated place

A relocated families living in a 10msq in the Nagapura II relocated site. They have been left alone, without ensuring the sustainability of the community. Today the majority of the people work as labours in the coffee farm. Credit: Eleonora Fanari.